Tag

Non mi ha stupito più di tanto apprendere che Sallusti, ex direttore del Giornale, è stato sospeso dall’ordine dei giornalisti per aver ospitato articoli di Renato Farina, a sua volta sospeso.
E’ interessante notare come qualcosa nato per garantire libertà si sia ormai configurato come l’Unione degli Scrittori Sovietici di staliniana memoria.

L’Unione degli scrittori sovietici decretava l’espulsione dall’Unione qualora il membro fosse entrato in contrasto con “gli interessi della costruzione del socialismo o le finalità dell’Unione” o anche a causa di “azioni di carattere antisovietico o antisociale”. Gli sgraditi, gli oppositori, chi è inviso al potere non può scrivere in nessun luogo, gli è negata la possibilità di esprimere la sua opinione a mezzo stampa. Non rimane che una via a questi reietti: il samizdat, la filiera clandestina di idee.

Sui nostri giornali possono pubblicare articoli uomini comuni e terroristi, ergastolani e stranieri, chiunque sappia tenere una penna in mano e molti che non lo sanno fare. C’è un articolo della costituzione, se non erro quel 21 spesso citato a sproposito, che dovrebbe garantirlo. A quanto pare da questo diritto è escluso chi al potere, ad un certo potere, non garba.

Dicono che Sallusti doveva conoscere cosa gli sarebbe toccato. Non si sfida impunemente l’Associazione. Certo, uno potrebbe domandarsi chi dà loro tanto potere. Io so la risposta.
Siamo noi.

Berlicche  socio di  SamizdatOnLine

PS: se vi domandate chi siano i campioni della libertà che hanno portato avanti i provvedimenti di cui sopra … ecco qui

Articoli correlati:
Sallusti sospeso per due mesi, Farina: «L’Odg è inutile e dannoso» – Tempi
Fece scrivere Farina su “Il Giornale” L’Ordine sospende il direttore Sallusti – L’Unione sarda
Sallusti sospeso dall’Ordine dei giornalisti – Il Sussidiario

Annunci